Dopo l'uscita del libro "Saperebere" il testo del sito è coperto da diritti d'autore.
Per acquistare il libro contattare la Graphot allo 011 2386281 o a questo link.

Chiudi

Libro La Miscelazione Futurista

Il secondo libro, La Miscelazione Futurista, pubblicato nel 2014, è frutto di una ricerca sulle polibibite, le rivoluzionarie miscele create dall’avanguardia culturale italiana nei primi del 900.

LA MISCELAZIONE FUTURISTA

miscelazione futuristaPer avere notizie sulla reperibilità del libro scrivi a news@cocchi.com

Il libro è frutto di anni di ricerche rigorose e di indagini meticolose tra musei, collezionisti, mercatini dell’usato, biblioteche, antiquari costati molta fatica ed anche, aspetto non secondario, denaro.
Ma la passione per questo movimento culturale è stata la motivazione che ha reso possibile tutto.
Una passione forte, fin dall’inizio della mia vita professionale e non,  che mi ha portato a 21 anni a Venezia a vedere la Biennale dedicata a questa avanguardia.
Una mostra che fu una vera illuminazione ed alla quale seguì l’acquisto pochi anni dopo della prima ristampa de “La Cucina Futurista” edita da Longanesi nel 1986.
Il lavoro nei locali dedicati alla birra non permetteva di mettere in pratica le idee sulla miscelazione futurista, ne i tempi erano troppo maturi, anche per via delle forti connotazioni politiche del movimento che tardavano ad essere metabolizzate.
Dal 1999 al 2001, con il lavoro in un wine bar, il Caffè Falconi di Bergamo, ci sono le prime occasioni di mettere in opera la Giostra d’Alcol, la polibibita più “facile e beverina” a base di Barbera, Cedrata Tassoni e Campari.
futurimo campariIl cocktail viene talvolta proposto come uno dei “Cocktail della casa” e nome non viene decorato con cioccolato e formaggio ma con una semplice fetta d’arancio. D’altra parte io non spiego troppo circa la miscela, ma mi limito a verificarne la bontà ed il gradimento presso i clienti.
Continua lo studio delle polibibite con esperimenti nelle dosature delle ricette, e nel 2005 la prima serata futurista a Torino, presso l’XO Cafè, con una serie di polibibite e di cibi futuristi, complice anche l’organizzazione di una fantastica mostra sul futurismo torinese a Palazzo Cavour.
Le serate continuano ed il lavoro sul futurismo, fino al 2009 anno del Centenario del Futurismo dove tutti si scatenano con serate a tema non sempre molto professionali.
Nel 2010 e nel 2012 partecipo a due nazionali Aibes consecutivi con polibibite rivisitate arrivando, penso, ultimo, per via di decorazioni piuttosto fantasiose.
Dal 2011 l’attenzione sulle polibibite cresce ed organizzo i primi seminari a Torino che vedono, nelle prime edizioni la partecipazione di circa 20 colleghi al massimo.

fturismoFortunatamente l’attenzione cresce, grazie anche a Bargiornale che mi dedica un pezzo, ed alla collaborazione con altre scuole di formazione barman ed al sito.
Nel 2012 decido di iniziare a radunare tutto il materiale raccolto in anni di mercatini e libri sul futurismo per creare un seminario che abbia anche contenuti culturali e non solo di miscelazione.
L’idea è anche quello di scrivere un libello da lasciare ai partecipanti.
Parlo di questa idea con le aziende, alle quali chiedo talvolta i prodotti, per poter fare i seminari a prezzi politici ed ad inizio del 2013 chiacchierando con Roberto Bava, proprietario della cantina omonima e della Cocchi, nel cortile della cantina di Cocconato, maturiamo l’idea di creare un libro vero e proprio.
Inizia così la stesura del libro che, di fatto, è già pronto, basta includere immagini, raccolte nei mercatini e una contestualizzazione storica per ampliare la ricerca.
Nel 2014, la pubblicazione del libro e  la partecipazione al Salone del Gusto, Aperitivi & co, Campari Academy ed al Tales Of Cocktails  sancisce che la miscelazione futurista ha fatto breccia nel tessuto del bartending italiano, anche se non potrà mai diventare qualcosa di moda ed inflazionato, per via delle implicazioni culturali.
talesNasce così come recita la rassegna stampa: “Un volume pensato in prima istanza per altri barmen, perché possano provare l’emozione di miscelare una polibibita e servirla con la consapevolezza della sua genesi complessa e variegata, ma che certamente non mancherà di incuriosire ed entusiasmare i non addetti ai lavori, per il suo apparato storico e iconografico e la cura con cui riesce a svelare lati inediti del movimento futurista.  La Miscelazione Futurista raccoglie storie, aneddoti, dettagli legati alla cucina di Marinetti & co con particolare attenzione al mondo del bere miscelato. Illustra, tra filologia e attualità, 18 curiose polibibite ed è arricchito da una corposa appendice in cui trovano spazio i trucchi per realizzare un aeroaperitivo futurista e un neomanifesto del miscelatore futurista.
Al progetto hanno preso parte, oltre alla storica casa astigiana Giulio Cocchi che ha promosso l’iniziativa, Campari, Cedrata Tassoni, Fabbri, Luxardo, Nardini, Pallini, Strega in un’inedita sinergia nata dalla comune volontà di questi grandi liquoristi, accomunati da un legame di prodotto e storia agli anni del Futurismo, di incentivare lo sviluppo e la diffusione della miscelazione italiana in un panorama in cui le ricette anglofone la fanno da padrone.

Il libro sarà distribuito, per il 2015, ai partecipanti dei seminari sulla Miscelazione Futurista. 

Per info CLICCA QUI